Orologio di Vienna, l’Anker

di
Orologio Anker, Vienna © Andrea Lessona

Scandisce il tempo della capitale austriaca, e ne racconta la storia: ponte liberty tra i due edifici Anker, l’orologio di Vienna fa muovere ogni ora 12 importanti figure con la sua musica caratteristica.

A mezzogiorno, invece, mentre l’Hoher Markt si riempie di gente a naso in su, tutta la dozzina di personalità raffigurate appaiono lungo le finestrelle della struttura, quasi a salutare la folla assiepata nella piazza più antica della città.

Lo spettacolo caratteristico dell’orologio di Vienna si ripete ogni giorno sempre uguale e sempre affascinante. Tranne nel periodo dell’Avvento quando, tra le cinque e le sei del pomeriggio, si sentono le canzoni di Natale.

Creato dal pittore e scultore Franz von Matsch (16 Settembre 1861 – 5 October 1942), fu costruito in stile art nouveau tra il 1911 e il 1914. Il ponte collega i due edifici monumentali dell’Anker-Hof, sede della compagnia assicurativa Anker.

Le sue dimensioni sono di tutto rispetto: dieci metri in lunghezza e 7,5 in larghezza che fanno dell’orologio di Vienna un unicum del suo genere a cominciare dalle figure che si muovono con precisione teutonica.

Così, curioso tra i curiosi, ho aspettato il tempo giusto. E quando è arrivato, ho visto sfilare uno a uno i personaggi che hanno caratterizzato la capitale austriaca e la sua storia durante i secoli passati.

Tra le altre figure dell’orologio di Vienna ho riconosciuto Eugenio di Savoia, Carlo Magno, Marco Aurelio governatore romano di Vindobona, l’imperatrice Maria Teresa d’Austria e il suo sposo, l’imperatore Francesco I di Lotaringia e per ultimo il compositore Josef Haydn.

Era accompagnato dalla melodia “Die Himmel erzählen die Ehre Gottes” tratta dalla “Creazione”. Fu quest’opera che per motivi politici andò a sostituire l’Inno dell’Imperatore dopo la fine della monarchia austro-ungarica.

Terminata la sfilata, anche la gente si è diradata e ha lasciato l’Hoher Markt. Così, con più tranquillità, ho potuto leggere la targa multilingua sul muro sotto l’orologio di Vienna con i nomi degli altri personaggi che ogni ora la musica scandisce e il tempo non dimentica.

Per approfondire:
Il sito di Vienna

I commenti all'articolo "Orologio di Vienna, l’Anker"

Scrivi il tuo commento tramite

Loading Facebook Comments ...
Loading Disqus Comments ...