Kunsthaus Bregenz, luce d’arte contemporanea

di
Kunsthaus Bregenz © Andrea Lessona

Kunsthaus Bregenz © Andrea Lessona

Enorme lampada di vetro e acciaio, la Kunsthaus Bregenz assorbe la luce cangiante del cielo e la foschia del lago di Costanza: ne riflette i colori all’interno, e li irradia nei grandi spazi per esaltare le opere d’arte contemporanea esposte.

Commissionata dallo stato di Vorarlberg, e progettata dall’architetto svizzero Peter Zumthor, questa immensa struttura è stata costruita nel centro della cittadina austriaca tra il 1990 e il 1997. E inaugurata nel luglio dello stesso anno.

La Kunsthaus Bregenz, conosciuta anche come Kub, è una delle gallerie più famose di tutta Europa. Sui tre piani verticali, offre 1.880 metri quadrati di spazio espositivo agli artisti contemporanei internazionali.

I loro lavori vengono creati apposta per essere mostrati qui. Tanto che la struttura vanta una propria collezione con due aree principali: “Arte Contemporanea austriaca” e “Archivio Arte Architettura”.

Scale alla Kunsthaus Bregenz © Andrea Lessona

Scale alla Kunsthaus Bregenz © Andrea Lessona

Vista dall’esterno, la Kunsthaus Bregenz sembra un parallelepipedo fumé: la sua facciata ha 712 pannelli di vetro di dimensioni uguali finemente incisi che pesano circa 250 chilogrammi ciascuno.

Sono in grado di rifrangere la luce incidente e condurla nelle sale espositive. Al buio, l’illuminazione artificiale dell’interno attraversa le pareti mostrando all’esterno la vita artistica della Kub.

Gli interni della Kunsthaus Bregenz, in particolare le pareti e i soffitti, sono caratterizzati dal calcestruzzo a vista non verniciato. I pavimenti e le scale sono invece fatti di marmo lucido.

I cinquecento metri quadrati del piano terra, a parte il foyer, il guardaroba, e i banchi dei cataloghi vengono utilizzati come spazio espositivo polifunzionale per i progetti del Kub Arena.

Anche i tre piani superiori della Kunsthaus Bregenz diventano sale espositive a seconda dei progetti in corso. Perché qui l’arte si alterna e si rinnova in esposizioni permanenti e temporanee.

La Kub ha anche due livelli sotterranei. Il primo ospita una sala conferenze, il centro educativo del museo e, separate dalle aree non pubbliche da pareti di vetro traslucide, ci sono il magazzino e le stanze per il personale. Nel secondo ci sono spazi di archiviazione.

Tutto è stato pensato e realizzato perché l’arte potesse trovare casa ed essere valorizzata all’interno di quest’enorme lampada di vetro e acciaio: dove la luce cangiante del cielo e la foschia del lago di Costanza sono essenza prima della Kunsthaus Bregenz.

Per approfondire:
Wikipedia

I commenti all'articolo "Kunsthaus Bregenz, luce d’arte contemporanea"

Scrivi il tuo commento tramite

Loading Facebook Comments ...
Loading Disqus Comments ...