Funicolare di Graz, la Schlossbergbahn

di
Carrozza della funicolare di Graz © Andrea Lessona

Carrozza della funicolare di Graz © Andrea Lessona

Dai vetri fumé della funicolare di Graz, guardo i sentieri intrecciari attorno alla collina dello Schlossberg: mentre la cabina sale lenta il pendio, sembrano cingerla come un ricamo.

Un intarsio di stradine tra il verde vivo e intenso del declivio che regala un’illusione ottica a chi cullato dal fruscio del vento e vede di sotto la bellezza di uno dei simboli della capitale della Stiria.

Vestite della loro caratteristica livrea rossa, le carrozze della funicolare di Graz salgono e scendono tutti i giorni la collina dello Schlossberg. Lo fanno dalle dieci del mattino sino alla mezzanotte. E il sabato sino alle due di notte.

Il servizio quotidiano è in vigore da oltre cent’anni: infatti è dal 1894 che le prime carrozze hanno cominciato a “scalare” lo Schlossberg e a vincerne la forte pendenza del 61 per cento.

Prendere la funicolare di Graz è molto semplice: basta attraversare la piazza principale Haupplatz e camminando lungo la Sackastrasse sino alla Kaiser-Franz-Josef-Kai si arriva all’entrata della stazione a valle.

Nei pochi minuti della salita così come della discesa si può vedere la capitale della Stiria e i suoi tetti bassi sino a dove lo sguardo si perde contro le montagne che la cingono come una corona preziosa.

È come un sipario che si apre lento a ogni metro salito dalla funicolare di Graz: e dai vetri fumé delle sue carrozze rosse si ha davvero la sensazione di vedere, di sotto come all’orizzonte, un quadro rivelato a poco a poco.

Per approfondire:
Wikipedia

I commenti all'articolo "Funicolare di Graz, la Schlossbergbahn"

Scrivi il tuo commento tramite

Loading Facebook Comments ...
Loading Disqus Comments ...