Colonna di Sant’Anna a Innsbruck, l’Annasäule

di
Colonna di Sant’Anna a Innsbruck, Annasäule

Colonna di Sant’Anna a Innsbruck, Annasäule

Dalla colonna di Sant’Anna, la statua della Vergine Maria guarda finire Innsbruck contro il monte Hafelekar: un affresco di case colorate e gente a passeggio che si rinnova ogni giorno dal 1706.

È in quell’anno, infatti, che il monumento è stato innalzato sulla Maria Theresien Strasse – l’arteria principale della città. A volerla fu l’assemblea degli stati tirolesi per ricordare la sventata invasione dei bavaresi durante la guerra di successione spagnola del 1703.

Progettata in stile corinzio dall’architetto italiano Cristoforo Benedetti, la colonna di Sant’Anna (Annasäule in tedesco) è stata ufficialmente consacrata il 26 luglio – proprio nel giorno dedicato alla madre di Maria.

Alla base del monumento, si possono ammirare i dettagli perfetti dei cherubini scolpiti ai lati e le scanalature naturali nel marmo rosso. Ma anche le quattro statue di santi, ognuno dei quali è rivolto verso un punto cardinale.

Ci sono San Giorgio, uno dei protettori del Tirolo, San Cassiano, San Virgilio e Sant’Anna da cui la scultura prende nome. In cima alla scultura, a un’altezza di 13 metri, si trova la statua della Vergine Maria.

Il prato intorno alla colonna di Sant’Anna è un punto ideale per fare un pic-nic – uno dei luoghi preferiti dagli abitanti di Innsbruck così come dei tanti turisti che affollano la capitale del Tirolo.

Da questa posizione, mentre si mangia uno snack o si beve una bevanda è possibile vedere brulicare la Maria Theresien Strasse di gente di ogni dove. E sentire parlare tante lingue diverse il cui suono, mischiandosi, ne forma una sola.

Per approfondire:
Wikipedia

I commenti all'articolo "Colonna di Sant’Anna a Innsbruck, l’Annasäule"

Scrivi il tuo commento tramite

Loading Facebook Comments ...
Loading Disqus Comments ...